Un atelier d’arte pubblico…

Oggi sono entrata al Nicolai Haus di Kolding, in Danimarca.  É un edificio di tre piani e si chiama con il nome di un bambino, Nicolai perché é pensato metaforicamente come fosse un bambino: al piano terra, le gambe, quindi il movimento, c’é lo spazio dedicato alla psicomotricità con corde (con cui ci si può arrampicare sino al soffitto!!) tappeti morbidi, palle di plastica di varie dimensioni.

Piano terra - le gambe -psicomotricità
Piano terra – le gambe -psicomotricità

Poi si sale al primo piano, corrispondente alla pancia ed al cuore e ci si trova in un laboratorio d’arte dove sono sempre a disposizione qualsiasi tipo di materiale ed attrezzi… Carta, plastica, tempere, legno, cacciaviti, seghe, pennelli, linoleum, acquerelli, spugne, rulli, pastelli, pennarelli, forbici, macchine da cucire, lane, tessuti, cavalletti….

piano primo - la pancia - arte ed espressione
piano primo – la pancia – arte ed espressione
for baby painter
for baby painter

Ma la vera sorpresa é al terzo piano, lo spazio dedicato alla mente: una wunderkammer a tema marino… Pesci, meduse, onde, fondali e suoni. La stanza é da visitare, esplorare, ammirare, ascoltare… In una parola, godere.

Pino secondo - la mente- wunderkammer per sognare e immaginare
Piano secondo – la mente – una wunderkammer per sognare e immaginare

I bambini con le loro famiglie possono entrare pagando un gettone di circa due euro che gli permette di utilizzare tutti i materiali e strumenti, bere il caffè e creare insieme.
Dopo essermi ripresa da tanta meraviglia, ho scoperto che cotanta dimostrazione di civiltà pubblica ha origine tutta italiana: Reggio Children

Annunci